Questo sito utilizza i cookie per garantirvi una migliore navigazione. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

x
Category
L

Lucia Calamaro

  • Lingue : italiano, spagnolo, francese
  • Agente : Federica Illuminati

    Lucia Calamaro

    • Lingue : italiano, spagnolo, francese
    • Agente : Federica Illuminati
      PRINT

      Formazione

      1993: Laurea in Arte e Estetica,
      Università di Paris III, Sorbona, con il massimo dei voti. (mention Tres bien avec felicitations)   Indirizzo: Studi Tecnici e Estetici del Teatro; Tesi dal titolo «Le Metamorfosi di Pulcinella»
      1994: Master in Scienze Umane, opzione «Arti e Estetica»
      Università di Paris III, Sorbona, con il massimo dei voti (mention Tres bien avec felicitations); Tesi dal titolo «Il Tango a Parigi fra il 1907 e il 1930:viaggi e contagi di una pratica corporale»
      1995: Integra ed é tutt’ ora membro di ricerca del LIPS (Laboratoire Internazionale des Pratiques Spectaculaires), Parigi

      1987-1989: Escuela de entrenamiento actoral de Teatro Uno, Montevideo, Uruguay, diretta da Luis Cerminara.
      1989-1992:  Ecole de Formation de l’Acteur de la compagnia Presences en regard, Parigi, diretta da Caroline Bouée e Bertrand Quoniam, discepoli diretti di Jerzy Grotowsky; Seminario di ricerca sulle motions tenuto da Thomas Richard.
      1990: stage di formazione professionale nel THEATRE DE L’EPEE DE BOIS, Cartoucherie de Vincennes, Parigi, diretto da Diaz Florian.
      Praticantato all’Ecole de Jacques le Coq, ultimo anno.
      1992-1993: laboratorio pratico–teorico sull’arte del «narratore popolare» a l’ILA (Instituto Latino Americano), Roma
      1994: seminario di messa in scena sotto la direzione di Eugenio Barba–Odin Teatret, Montevideo, Uruguay, allestimento finale ispirato da Tutti quelli che cadono, di Samuel Beckett
      1995: laboratorio transdisciplinare di applicazione delle pratiche di Hata-Yoga all’allenamento dell’attore, Montevideo, Uruguay
      1996: laboratorio pratico sulle voce, condotto da Julia Varley, (Odin Teatret)-Londrina, Brasile
      1998-1999: ateliers annuali: ricerche vocali sul canto polifonico Georgiano, Parigi
      1999-2000: Laboratorio di ricerca biennale sul clown di teatro con il maestro Philippe Gaullier e con il clown argentino Gabriel Chame, Cirque du Soleil, Parigi
      2000-2001: borsa di studio per un seminario di studi teorico-pratico sulla Drammaturgia Antica, organizzato dalla Regione lazio e il Ministero dei Beni Culturali, Roma
      Creazione finale sulle Coefore
       

      Teatro

      1988: attrice protagonista nella pièce di Boris Vian, Le Schmurz, Montevideo, Uruguay.
      1989: attrice protagonista nello spettacolo “Revolucion”, di Rafael Mandressi, Montevideo
      1991: attrice nel ruolo del buffone nello spettacolo ESCURIAL di Michel de Ghelderode
      Messa in scena di Caroline Boué, Theatre du Tambour Royal, Parigi
      1991: attrice in Carneval”, una creazione di Diaz Florian, Theatre de L’epéé de bois, Cartoucherie de Vincennes
      1992-93: dirige un laboratorio teatrale con adolescenti a rischio (15-18 anni)
      Creazione su Aspettando Godot”, di S. Beckett  – Seine Saint-Denis, Parigi
      1994-95: Co-dirige con Rafel Mandressi la compagnia di ricerca “Aguacero”
      Attrice protagonista e assistente di direzione nello spettacolo “Nardos y Jasmines”, adattato dal racconto  “La novia robada” di Juan Carlos Onetti, Montevideo, Uruguay.
      1996: Attrice e direttore d’attori in “Aqui donde termina el mar”, creazione realizzata a partire da memorie d’immigranti italiani e spagnoli nel Rio de La Plata, Montevideo, Uruguay.
      1997: Attrice e direttore d’attori in  “El ojo de la Luna”, creazione sulla guerra del Paraguay, adattato da un racconto di Augusto Roa Bastos, Montevideo
      Insegna recitazione nella Escuela de teatro El Galpon, fondata da Atahualpa Yupanqui, Montevideo, Uruguay

      1998-99: Insegna recitazione nella scuola del “Theatre du Marais”, creazione finale su “Le Tre sorelle” di A . Checov
      Responsabile del training e assistente alla regia nello spettacolo “Les deux gentilshommes de Verone”, di W. Shakespeare, diretto dal clown Gabriel Chame
      Theatre du Chameau, Parigi

      Nel 2003 fonda l’associazione Malebolge e attraverso di essa dà corpo alla propria scrittura scenica, allestendo i seguenti spettacoli: nel 2003 Medea, tracce, da Euripide (adattamento e regia di Lucia Calamaro) e Woyzeck ( di Buchner, adattamento e regia di Lucia Calamaro); Guerraio (scritto e diretto da Lucia Calamaro), nel 2004; Cattivi maestri (scritto e diretto da Lucia Calamaro), 2005; Tumore, uno spettacolo desolato (scritto e diretto da Lucia Calamaro) nel 2006; Magick, autobiografia della vergogna (scritto e diretto da Lucia Calamaro ) nell’ambito del progetto “giovani talenti del Teatro di Roma”, Teatro India, 2008.

      Nel 2011 realizza lo spettacolo L’origine del mondo, ritratto di un interno con cui vince 3 premi UBU tra cui miglior nuovo testo italiano o ricerca drammaturgica.

      Nel 2012 vince il Premio Enriquez per regia e drammaturgia.

      Nello stesso anno esce il libro Il ritorno della Madre, a cura di Renato Palazzi con Editoria e Spettacolo che raccoglie tre testi: “Tumore, uno spettacolo desolato”, “Magick, autobiografia della vergogna” e “L’Origine del mondo, ritratto di un interno”.

      Nel 2014 debutta a Roma, al Teatro India, uno studio su Diario del tempo, l’epopea quotidiana, rimasto incompiuto, prodotto dallo Stabile dell’Umbria e dal Teatro di Roma in collaborazione col Teatro Franco Parenti.

      La vita ferma: sguardi sul dolore del ricordo, ha debuttato a settembre 2016 al Festival di Terni, una produzione Stabile della Sardegna, Stabile dell’Umbria, Angelo Mai Occupato in collaborazione con Théâtre National de l’Odeon, Parigi e Teatro di Roma. Finalista ai premi UBU 2017.

      Si nota all’imbrunire: solitudine da paese spopolato è la sua ultima creazione che ha debuttato a giugno 2018 al Festival di Napoli, scritta per e intorno alla figura di Silvio Orlando, e sarà in tournèè da marzo 2019 cominciando la ripresa al Piccolo Teatro di Milano

      Note

      Dal 95 al 98 insegna Scienze della Comunicazione alla Univesidad Catolica De Montevideo, Uruguay
      Dal 97 al 2003 anima dei seminari di Ethnoscenologia all’Università di Paris VIII in collaborazione con i Prof.Jean Marie Pradier e Jean Duvignaud
      Dal 95 al 98 è capo redattore della sezione cultura del settimanale d’attualità Posdata, Montevideo, Uruguay
      Attualmente collabora a varie riviste culturali on-line

      PUBBLICAZIONI:
      Il ritorno della madre_ il Teatro di Lucia calamaro, Editoria e Spettacolo (2012)
      Magick, autobiografia della vergogna (Voland, 2009);
      Tumore (Minimum fax 2008);
      Il ritorno della madre (Editoria e spettacolo 2012);
      La vie souspendue/L’origine du monde (Actes Sud Paris 2017)
      La vita ferma/Origine del mondo (Einaudi 2018)